DUEMILALIBRI

Alessandra Serra

Alessandra Serra

Dopo aver fondato nel 1977, assieme a Tullio Riva, la casa editrice Serra e Riva che pubblicava opere minori di autori maggiori con traduzioni tutte originali e poi averla ceduta, nel 1985, alla Mondadori si è dedicata al teatro contemporaneo che è stata sempre la sua passione fin dalla sua prima critica, seguita da molte altre, scritta a sedici anni, del Mercante di Venezia con Paolo Stoppa e Rina Morelli su Il giornale d’Italia.
Traduce opere dall’inglese, dal francese e dall’americano.
Tra i suoi autori, Tom Stoppard, (Einaudi) Don DeLillo, (Einuadi) Ariel Dorfman, (Einuadi) Ronald Harwood, Graham Green, David Hare, Jasmina Reza, Vèronique Olmi, (Einaudi).   
Nel 1990 diventa la traduttrice e portavoce ufficiale per l’Italia di Harold Pinter e nel 1995 è sua aiuto regista e assistente nella messa in scena dell’opera Ceneri alle ceneri prodotta in Italia. Ha inoltre curato quasi tutti gli allestimenti delle opere di Pinter in Italia dal 1990 in poi.
La maggior parte delle sue traduzioni sono pubblicate dalla casa editrice Einaudi.Ha scritto ventiquattro radiodrammmi intitolati A tiro di mamma andati in onda sulla RSTI.
Nel 2011è uscita, per i tipi Nerosubianco, un'opera scritta da lei a da Paolo Collo con due adattamenti teatrali, Mai più tratto da La filosofia della composizione di E.A.Poe e Reparto 6 tratto dal racconto omonimo di Anton Čechov. Vive e lavora a Milano.

Loghi istituzionali 2015