DUEMILALIBRI

Mimmo Franzinelli

SABATO 19 OTTOBRE

Ore 10.30 – Teatro Condominio (incontro per le scuole, aperto al pubblico)


Mimmo Franzinelli
Lotte Mazzucchelli

Nell'autunno del 1943 avvenne la prima strage nazista di ebrei in Italia e la seconda per numero di vittime (almeno 57 accertate) dopo quella delle fosse Ardeatine. Nove le località coinvolte, tutte dell'allora provincia di Novara (oggi suddivisa nelle province di Novara e del Verbano Cusio Ossola). A Meina l'episodio più noto: sedici ebrei ospiti dell'Albergo Meina vennero prima identificati e trattenuti per alcuni giorni in una stanza e poi, in due notti successive (22 e 23 settembre), uccisi e gettati con zavorre nel lago, ad alcune centinaia di metri di distanza del paese. Alcuni corpi affiorarono dopo il primo giorno e vennero riconosciuti da abitanti del luogo. Tra le vittime la signora Lotte Froehlich Mazzucchelli.

Mimmo Franzinelli, nato nel 1954, storico del fascismo e dell'Italia repubblicana. Tra le sue pubblicazioni: I tentacoli dell'Ovra (2000, Premio Viareggio), Squadristi (2003, Premio Benedetto Croce), La sottile linea nera (2008) e Il prigioniero di Salò (2012). Nel 2002 gli è stato conferito il Premio internazionale Ignazio Silone.

Presentano l'incontro il giornalista Enrico Arosio e l'Assessore alle Attività Produttive del Comune di Gallarate Angelo Bruno Protasoni.

Loghi istituzionali 2015