DUEMILALIBRI

Martedì 14 Ottobre 2014

MARTEDÌ 14 OTTOBRE

Ore 21.00 – Ridotto Teatro Condominio


ANDREA MOLESINI
Presagio (Sellerio, 2014)
Siamo alla fine di luglio, nel 1914, a Venezia. Il 28 giugno a Sarajevo Francesco Ferdinando è stato assassinato, l'Austria ha consegnato l'ultimatum alla Serbia. Sono i giorni dei "sonnambuli", di imperi e nazioni, governanti e diplomatici, che consegnano inconsapevoli l'Europa al suo suicidio. Il commendatore Niccolò Spada vigila sui suoi ospiti all'Excelsior: il presagio che aleggia sull'Europa soffia anche sul Lido. L'Albergo leggendario è affollato: l'aristocrazia di tutta Europa scintilla come non mai, ma celebra le ultime ore della Belle époque. Fra gli ospiti c'è anche la marchesa Margarete von Hayek, "bella come sa essere solo una donna dal piglio pari alla grazia", che nasconde un segreto terribile, inconfessabile, e che brindando alla fine del mondo chiede una lettera di credito molto particolare a Spada. Il commendatore vacilla, tentato dall'amore per Margarete, che è "fuoco e rapina". Un sogno, sempre lo stesso, lo disorienta: un cacciatore ossessionato da una belva che si aggira per la foresta. Senza riuscire a incontrarla, ne sente il ruggito. Poco lontano, nel cuore della laguna, l'isola di San Servolo, sede del manicomio, conserva il segreto della nobile Margarete.

Andrea Molesini vive a Venezia, dove è nato. Insegna Letterature comparate all'Università di Padova. Con il romanzo Non tutti i bastardi sono di Vienna (Sellerio 2010), tradotto in varie lingue, nel 2011 ha vinto il Premio Campiello, il Premio Comisso, il Premio Città di Cuneo Primo Romanzo, il Premio Latisana. Nel 1999 vinse il Premio Andersen alla carriera e nel 2008 il Premio Monselice per la Traduzione letteraria. Nel maggio 2013 Sellerio pubblica il suo secondo romanzo, La primavera del lupo, in corso di traduzione in francese e tedesco. Nel 2014, presso Sellerio esce Presagio.

Presenta Marta Morazzoni


MARTEDÌ 14 OTTOBRE

Ore 18.00 – Museo Maga


GIULIA FORMENTI e LORENA GIURANNA
Il Futurismo e i suoi manifesti
L’incontro approfondirà temi e contenuti del Futurismo attraverso i suoi più importanti e curiosi manifesti. Seguirà la presentazione del libro d’artista “L’immateriale” di Liliana Ebaginelli

Giulia Formenti è storica e critica dell'arte. Collabora dal 2002 con il Museo MA*GA di cui è il conservatore dal 2004.

Lorena Giuranna è storica e critica d'arte. Collabora dal 2004 con il Dipartimento educativo del Museo MA*GA di Gallarate di cui è coordinatrice e responsabile dal 2012. E' direttrice del Museo della Carale di Ivrea, centro specializzato in ricerche artistiche che si dedicano alle relazioni tra arte e linguaggio, per cui cura mostre, convegni e pubblicazioni. Dal 2006 collabora con l'Archivio Alik Cavaliere di Milano.


MARTEDÌ 14 OTTOBRE

Ore 17.00 – Teatro Condominio


GERONIMO STILTON
Nono viaggio nel Regno della fantasia (Piemme, 2014)
Una nuova e avvincente avventura attende il Cavaliere senza Macchia e senza Paura nel Regno della Fantasia! Floridiana del Flor, la Regina delle Fate, è scomparsa, e con lei sono spariti tre oggetti magici: il Libro dei Mille Incantesimi, la Sfera di Cristallo e la Bacchetta Sussurrante. Geronimo parte così alla ricerca di Floridiana e di questi oggetti magici che se finiscono nelle mani sbagliate possono distruggere il Regno della Fantasia! Accompagnato da un simpatico Mantellino Invisibile e da Corvazzo Corvù, un corvo scaltro e un po' imbroglione, il Cavaliere attraverserà il Regno dei Ragni Invisibili, l'Impero dei Draghi di Rubino, l'Impero dei Serpenti Sibilanti, per poi arrivare nel Paese delle Mille Ombre, dove avrà a che fare con il terribile Mago Barbanera. Riuscirà Geronimo a salvare ancora una volta Floridiana e con lei tutto il Regno della Fantasia?

Ingresso libero fino esaurimento posti


MARTEDÌ 14 OTTOBRE

Ore 9.30 – Museo Maga


IBRIDAZIONI
Laboratori d’arte al MA*GA

Il laboratorio ruota intorno ai concetti di mescolanza e trasformazione: si parte da un’immagine di paesaggio, isolandone i vari elementi. I frammenti ricavati vengono poi ricomposti per creare un nuovo paesaggio

Per studenti delle scuole secondarie di primo grado


Loghi istituzionali 2015