DUEMILALIBRI

Giovedì 16 Ottobre 2014

GIOVEDÌ 16 OTTOBRE

Ore 21.00 – Teatro del Popolo


LUCA SEGALLA
Richard Strauss. Sull’orlo del baratro
Conferenza-concerto nel 150° anniversario della nascita del celebre compositore tedesco. Con Luca Segalla (critico musicale), Martin Lindau (tenore) e Davide Macaluso (pianoforte) e con la partecipazione straordinaria di Gottfried Wagner, pronipote di Richard.

Richard Strauss (Monaco di Baviera, 1864 - Garmisch-Partenkirchen, 1949). Musicista tedesco, compositore e direttore d'orchestra del periodo tardoromantico, ha rivestito un ruolo rilevante nella storia della musica tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento. La sua vasta produzione abbraccia diversi ambiti musicali, passando dal poema sinfonico al teatro strumentale.


GIOVEDÌ 16 OTTOBRE

Ore 18.00 – Museo Maga


GIORGIO GALLI
Storia d’Italia tra imprevisto e previsioni
Conferenza del politologo Giorgio Galli, docente di Storia delle dottrine politiche presso l'Università degli Studi di Milano

Giorgio Galli (Milano, 10 febbraio 1928) è un politologo ed è stato un docente universitario italiano. Laureato in giurisprudenza, docente di Storia delle dottrine politiche presso l'Università degli Studi di Milano, è uno dei più affermati politologi italiani. La sua produzione di storico è orientata prevalentemente alla storia contemporanea italiana, in particolare al secondo dopoguerra. In molteplici scritti ha esplorato con acutezza e rigore scientifico temi di carattere sociologico, ponendo particolare attenzione al connubio tra storia ufficiale ed esoterismo. I suoi lavori si caratterizzano per l'attenzione anche ad aspetti particolari sulla storia delle idee politiche, quali, ad esempio, le radici "magiche" o irrazionali che concorrono a formare l'adesione di massa a determinate ideologie politiche, soprattutto quelle di natura totalitaria.

Presenta la conferenza Raimondo Fassa


GIOVEDÌ 16 OTTOBRE

Ore 17.00 – Palazzo Borghi (Un tè… in Comune)


CARLO BELLORA
Guida alla musica da concerto. Il repertorio per solista e orchestra (Zecchini, 2014)
Data l’importanza assunta dai generi concertanti nel corso dei secoli e la vastità del repertorio, questa nuova Guida alla Musica da Concerto vuole offrire sia al semplice appassionato che alla persona più addentro nella pratica musicale una esauriente panoramica di tutti questi generi (Concerto grosso, solistico e di gruppo; Konzertstück; Fantasia, Variazioni e Rondo concertanti; Sinfonia concertante, ecc.), della loro evoluzione stilistica, degli strumenti, delle forme e dei linguaggi utilizzati, dando ampio spazio alla produzione settecentesca sicuramente la più ricca in questo ambito ma senza trascurare i periodi successivi nei quali non mancarono le varianti più originali e le più ardite sperimentazioni. Il lettore troverà, quindi, gli autori e i grandi capolavori stabilmente inclusi negli attuali repertori, uniti alle figure e alle opere meno eseguite o, addirittura, dimenticate, ma pur sempre significative nell'evoluzione linguistica e stilistica delle forme concertanti, qui offerte attraverso approfondite analisi e un ricco apparato di dati, documenti e suggerimenti discografici, il tutto preceduto da un excursus storico teso delineare ad inquadrare i movimenti, gli autori e le opere nel più ampio contesto culturale delle varie epoche.

Carlo Bellora, diplomato in violino e laureato in musicologia, alterna l’attività concertistica a quella musicologica, esibendosi in vari concerti (con il pianoforte, con il clavicembalo e in duetto d’archi). Ha collaborato con importanti istituzioni e testate specialistiche come Amadeus. Ha scritto per Decca, per Dynamic e per Famiglia Cristiana alcune note di copertina per importanti CD. È stato il curatore dell’Ufficio Letteratura Musicale dell’Orchestra Verdi di Milano e dell’archivio di Casa Musicale Sonzogno di Milano. Da più di dieci anni collabora come critico musicale per la rivista Musica. Ha pubblicato per l’editore Zecchini Filippo Manfredi, la biografia e l’opera strumentale, presentato nella primavera 2009 al Salone del Libro di Torino e alla Duemilalibri di Gallarate. Insegna Storia della Musica presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.Puccini”, pareggiato a Conservatorio, di Gallarate.


GIOVEDÌ 16 OTTOBRE

Ore 10.00 e 18.00 – Scuderie Martignoni


AMALIA ERCOLI FINZI
Comete belle da toccare
L’affascinante carriera della prima donna in Italia a laurearsi, presso il Politecnico di Milano, in ingegneria aeronautica.

Amalia Ercoli Finzi nasce a Gallarate nel 1937. Laureata al Politecnico di Milano in Ingegneria Aeronautica con la votazione di 100/100 e lode, medaglia d’oro dell’Associazione Italiana di Aeronautica, Professore Ordinario di Meccanica Orbitale presso la Facoltà di Ingegneria Industriale del Politecnico di Milano, Amalia Ercoli Finzi si occupa di Dinamica del Volo Spaziale, Progetto di Missioni Spaziali e Sistemistica Spaziale da oltre 25 anni ed ha portato contributi significativi, apprezzati a livello internazionale, su tematiche inerenti i satelliti e le sonde per l’esplorazione planetaria. Attualmente è Principal Investigator responsabile dello strumento SD2 sulla sonda spaziale Rosetta.

Introduce Giorgio Sironi


GIOVEDÌ 16 OTTOBRE

Ore 9.00 e 11.00 – Teatro del Popolo


CIBO UNIVERSALE
Spettacolo a cura dell’Instabile Quick
Tre ragazzi della scuola Media Montedisotto partecipano e vincono un importante concorso indetto dalla comunità Europea. I ragazzi diventeranno ambasciatori della comunità stessa, in un viaggio che toccherà, partendo dall'Italia, le maggiori capitali che hanno originato le culture fondamentali per lo sviluppo della nostra civiltà contemporanea. Purtroppo l'insegnante che doveva accompagnare i ragazzi nel viaggio, essendo precaria è stata trasferita! Ma nessun problema, il ministro si rende disponibile ad accompagnare i ragazzi! Dopo un primo momento di terrore tutto sembra risolversi al meglio. Purtroppo, quando i ragazzi si avviano in stazione, il governo cade... e con lui, naturalmente, anche il ministro! I ragazzi, alla stazione da cui devono partire, quindi non lo trovano. I tre, pensando che il ministro li stia aspettando sul treno, salgono sul vagone che poi parte regolarmente per Barcellona. Barcellona sarà solo la prima tappa di un viaggio che li porterà in Egitto e, infine, in Grecia. Da questo momento in poi, i ragazzi, in un viaggio avventuroso e ricco di esperienze, matureranno una serie di incontri che li aiuterà a considerare l'Europa e il bacino mediterraneo la loro casa. Attraverso questa esperienza gioiosa i ragazzi entreranno in contatto con le radici della nostra cultura. Attraverso il cibo, gli odori e le diverse lingue, i ragazzi capiranno l'importanza della conoscenza, il viaggio come superamento dei confini, mentali e territoriali. Il senso di appartenenza ad un processo importante come la formazione d'Europa, in quanto comunità riconosciuta.

Incontro riservato alle scuole primarie


Loghi istituzionali 2015