DUEMILALIBRI

MARIO LUZZATTO FEGIZ

Troppe zeta nel cognome. Vizi pubblici e private virtù di un critico musicale
(Hoepli, 2017)

Cosa si nasconde dietro a uno scoop? Come nasce una canzone? E una recensione? Come si fa a incontrare Mina senza farsi cacciare? È davvero possibile essere obiettivi con gli artisti? O restare calmi quando squilla il telefono e dall'altro capo c'è Bob Dylan?
Il più noto e longevo critico musicale italiano vuota il sacco su 50 anni di musica, giornalismo, politica e cultura vissuti fra RAI e Corriere della Sera, svelando retroscena e dettagli di star italiane e straniere. Senza fare sconti a nessuno, soprattutto a se stesso, in un percorso musicale e spirituale dove succede un po' di tutto e in cui, alla fine, la fede e la musica vincono e convincono come valori assoluti. Un diario intenso in cui pubblico e privato si mescolano in un racconto avvincente nel quale emerge il complesso legame di amore-odio che spesso caratterizza i rapporti tra il critico e gli artisti.
Loghi istituzionali 2015